Home / Guide / Come funziona una macchina da cucire?

Come funziona una macchina da cucire?

Come funziona una macchina da cucire

 

Senza la macchina da cucire, il mondo sarebbe un posto molto diverso. Il suo utilizzo permette l’esecuzione di lavori complessi in tempi molto rapidi. In questo articolo cercheremo di capire il funzionamento di una macchina per cucire, al fine di scoprire il suo reale valore.

Cucire grazie a questo strumento è incredibilmente semplice, anche se il funzionamento della macchina è piuttosto articolato: una serie di ingranaggi, pulegge e motori permettono alla macchina da cucire di funzionare nel modo corretto.

Sono moltissimi i modelli di macchine da cucire presenti sul mercato: le differenze tra una marca e l’altra possono essere importanti dal punto di vista della qualità, dell’ingombro e delle funzioni. Tutte però sono costruite intorno ad un’idea di base: il sistema a ciclo di cucitura.

Componenti della macchina da cucire

La macchina da cucire elettrica convenzionale è un affascinante pezzo di ingegneria. Togliendo l’involucro esterno si scoprirebbe una massa di ingranaggi, camme, manovelle e cinture, tutti guidati da un unico motore elettrico. L’esatta configurazione di questi elementi varia da macchina a macchina, ma tutte si basano sullo stesso funzionamento di base.

Il motore elettrico è collegato ad una ruota motrice tramite una cinghia di trasmissione. La ruota motrice fa ruotare l’albero di azionamento superiore, collegato a sua volta a vari elementi meccanici.

L’estremità dell’albero serve a girare una manovella, che a sua volta muove la barra dell’ago su e giù. La manovella serve anche a muovere il braccio che sostiene il filo. Questo viene sbobinato da una una rocca posta sulla parte superiore della macchina, attraverso il braccio di serraggio e attraverso un disco a tensione.

L’estremità dell’albero di azionamento inferiore è collegata ad una serie di ingranaggi conici che fanno ruotare un’altra serie di elementi.

Tutto, all’interno della macchina da cucine, è pensato per un movimento sincronizzato.

L’albero motore più basso permette anche l’azione di diversi collegamenti che avviano il meccanismo di griffe. Un collegamento serve ad esempio a far scivolare la griffa in avanti e indietro ad ogni ciclo. Allo stesso tempo, un altro collegamento sposta la griffa su e giù. Anche due operazioni si svolgono in sincronia.

Il motore è controllato da un pedale, che permette di variare la velocità in modo semplice. La cosa straordinaria della macchina da cucire è che tutti gli elementi che la compongono sono collegati uno all’altro: in questo modo, quando si preme sul pedale il motore avvia tutti i processi e li porta alla stessa velocità. Il processo è sempre perfettamente sincronizzato, non importa quanto velocemente il motore stia girando.

Libri di corsi di cucito